Se sei residente nel Municipio X (10) – ex XIII (13) – di Roma, domenica 5 novembre 2017, dalle 7:00 alle 22:00, recati nel tuo seggio con la tua tessera elettorale e un tuo documento valido.
Se hai perso la tessera, se è rovinata, o se sei fuori Roma e vuoi rientrare per votare ottenendo tariffe di viaggio agevolate, visita il sito web del Comune di Roma o il sito web del Ministero dell’interno.

Se voti nel Municipio X (10) – ex XIII (13) – ti consegneranno una scheda rosa per l’elezione del Presidente e del Consiglio del Municipio.

Scheda rosa

per l’elezione del Presidente e del Consiglio del Municipio (Pantone 217 – C).

Il fac-simile della scheda elettorale per le elezioni amministrative 2017 nel Municipio 10 (X, ex 13 XIII) di Roma: barra il nome del candidato Presidente Francesco De Donno (detto Franco), barra il simbolo della lista “Laboratorio Civico X” e indica la preferenza scritta per la candidata consigliera Campitelli.

Per votarmi:

Barra il simbolo e scrivi
X sul simbolo della lista “Laboratorio Civico X – Franco De Donno Presidente”
Campitelli
Se vuoi esprimere la doppia preferenza, barra il simbolo e scrivi anche il cognome di un uomo
della mia stessa lista
X sul simbolo della lista “Laboratorio Civico X – Franco De Donno Presidente”
Campitelli Uomo stessa lista
  1. Barra il nome del candidato Presidente del Municipio.
  2. Barra il simbolo della lista “Laboratorio Civico X”.
  3. Puoi esprimere due preferenze per due candidati al Consiglio Municipale, purché di sesso diverso (una donna e un uomo) e appartenenti alla stessa lista, pena l’annullamento della seconda scelta.
    La preferenza si esprime scrivendo negli appositi spazi il cognome (oppure il nome e cognome in caso di omonimia) dei candidati consiglieri comunali della lista votata.
    La quota di lista prevede che nelle liste elettorali i candidati di uno stesso sesso non possono superare i due terzi del totale.
  4. Piega la scheda senza danneggiarla.
  5. Inserisci la scheda nell’urna corretta.
Il fac-simile della scheda elettorale per le elezioni amministrative 2017 nel Municipio 10 (X, ex 13 XIII) di Roma: barra il nome del candidato Presidente Francesco De Donno (detto Franco), barra il simbolo della lista “Laboratorio Civico X” e indica la preferenza scritta per la candidata consigliera Campitelli.

Modalità di voto disgiunto

Se tracci un segno sul candidato Presidente del Municipio e un altro segno su una lista a lui NON collegata puoi esprimere due preferenze per i candidati al Consiglio Municipale, purché di sesso diverso (una donna e un uomo).
Le preferenze si esprimono scrivendo negli appositi spazi il cognome (oppure il nome e cognome in caso di omonimia) dei candidati consiglieri municipali della lista votata.
Il voto viene attribuito sia ai consiglieri che al candidato Presidente.

Se non esprimi una o due preferenze, il voto viene attribuito sia al candidato Presidente che alla lista non collegata.

Il fac-simile della scheda elettorale per le elezioni amministrative 2017 nel Municipio 10 (X, ex 13 XIII) di Roma: per il voto disgiunto, barra il nome del tuo candidato Presidente, barra il simbolo della lista “Laboratorio Civico X” e indica la preferenza scritta per la candidata consigliera Campitelli.

Chi sarà eletto

Un candidato Presidente del Municipio sarà eletto al primo turno se otterrà la maggioranza assoluta dei voti validi (almeno il 50% più uno).
In caso contrario (nessun candidato avrà raggiunto tale soglia), si tornerà a votare domenica 19 novembre 2017, dalle 7:00 alle 22:00, per il ballottaggio tra i due candidati che hanno ottenuto più voti al primo turno. In caso di ulteriore parità verrà eletto il più anziano.

Eletto il Presidente del Municipio, viene definito anche il Consiglio Municipale: alla lista che appoggia ilPresidente eletto andranno i 2/3 dei seggi disponibili, mentre i restanti seggi saranno distribuiti proporzionalmente tra le altre liste. Se la lista o l’insieme delle liste collegate al candidato elettoPresidente non hanno conseguito almeno il 60% dei seggi ma hanno ottenuto nel primo turno almeno il 40% dei voti, otterranno automaticamente il 60% dei seggi. I seggi restanti saranno divisi tra le altre liste proporzionalmente alle preferenze ottenute.

Altre modalità di voto

Fonti